Visita guidata alla mostra: Il tempo di Giacometti
Palazzo della Gran Guardia, Verona, domenica 15 marzo 2020, ore 7.00-19.00.

giacometti.png

Vi informiamo che la gita in pullman a Verona proposta in collaborazione con la Pgi Bregaglia e Lardi Grafica Viaggi, È STATA ANNULLATA!

La mostra "Il tempo di Giacometti. Da Chagall a Kandinsky" espone oltre settanta opere di Giacometti, dalle sculture più celebri, ai disegni, ai dipinti. 

Alberto Giacometti è stato uno dei maggiori scultori del Novecento, forse addirittura il maggiore, e da molto è lo scultore ampiamente più quotato sul mercato delle aste internazionali. Dall’idea di rendergli omaggio in Italia nasce questa mostra, realizzata grazie alla collaborazione della Fondazione Aimé e Marguerite Maeght di Saint-Paul-de-Vence (Provenza), che presta oltre settanta opere di Giacometti, dalle sculture più celebri, ai disegni, ai dipinti. Dal suo tempo giovanile in Svizzera con i primi, meravigliosi disegni fatti a poco più di dieci anni, alle sculture inaugurali attorno ai quindici anni fino alle prove surrealiste e poi quelle della maturità. Questa mostra serve a rievocare una delle più straordinarie avventure culturali in Europa dalla metà del secolo scorso in poi. Occasione quindi di approfondimento su vicende che hanno segnato la storia dell’arte novecentesca.

L’esposizione, non è solo un omaggio monografico al maestro svizzero, ma anche un decisivo sguardo sul tempo che ha caratterizzato la vita di Alberto Giacometti a Parigi, dove arriva nel gennaio del 1922. Dopo avere raccontato il fascino dell’intera opera di Giacometti, la mostra punta la sua luce, con una scelta di ventina di dipinti celebri, sul clima della pittura in Francia in quel tempo medesimo, facendo ricorso alla collezione della stessa Fondazione Maeght, con opere tra gli altri di Braque, Chagall, Miró, Kandinsky, Derain, Léger, realizzate nei decenni dagli anni Venti ai Cinquanta, cioè il tempo della lunga permanenza a Parigi di Giacometti.

Aimé e Marguerite Maeght fondano a Cannes, prima dell’inizio della Seconda guerra mondiale, la loro prima galleria. Ma è nell’ottobre del 1945 che la galleria parigina apre le sue porte con un’esposizione dei disegni recenti di Matisse. Nel luglio del 1947, Aimé Maeght presenta, in collaborazione con André Breton e Marcel Duchamp, l’Esposizione internazionale del Surrealismo che conosce un successo senza precedenti e assicura alla giovane galleria una straordinaria notorietà. Aimé espone le opere di tutti gli artisti più importanti e nuovi di quel periodo affascinante a Parigi. Le mostre si succedono e in scena vanno Kandinsky e Miró, Léger e Chagall, Braque e Giacometti solo per dire di alcuni tra i tanti. Nel 1964 fu poi inaugurata la Fondazione Maeght a Saint-Paul de Vence e il suo insieme architettonico venne concepito per presentare l’arte moderna e contemporanea in tutte le sue forme.

Programma:

ore 07:00 partenza in pullman da Vicosoprano con sosta lungo il percorso
ore 11:00 ca. arrivo a Verona (Arena) e tempo a disposizione
ore 11:45 visita guidata alla mostra (durata 75 minuti)
ore 13:15 pranzo in ristorante e tempo a disposizione
ore 15:30 partenza per il rientro
ore 19:30 ca. arrivo a Vicosoprano

Quota: Fr. 125.– (soci Pgi: 115.-)

La quota comprende:
• Viaggio in comodo pullman
• Entrata alla mostra
• Guida alla mostra in italiano
• Pranzo in ristorante (bevande escluse)
• Tasse d’iscrizione, Iva

Termine di annuncio: 8 febbraio 2020

L'appuntamento è rivolto a tutti gli interessati! Vi aspettiamo: domanica 15 marzo 2020. 

Per informazioni e prenotazioni scrivere a engadina@pgi.ch oppure chiamare il numero +41 (0)79 540 48 86.

Scarica l'informazione

 


 

Calendario eventi

grigionitaliano.ch